Ultimo aggiornamento 29 Aprile 2022 @ 14:53

28 Mag 2021 | Automotive

Auto storiche: qui domina la passione

Chi specula fa poca strada: restaurare un’auto d’epoca è gesto nobile purché fatto nel rispetto dell’originalità del mezzo. Le riflessioni dei tecnici esperti.

Porsche storicheSi acquista, restaura e colleziona auto d’epoca: lo si fa per passione, per rievocare il proprio passato vivo nella memoria, ma anche per investimenti redditizi. Il mercato di compravendite del motorismo storico fino al 2020 aumentava del 25% l’anno. E aumentano pure le quotazioni di auto che hanno segnato la storia della mobilità. Ma attenti a considerare il motore storico sempre come bene rifugio. Non è così. E’ un buon investimento per molti, ma non per tutti. Perché? Cercheremo di chiarirlo qui con esperti del settore e responsabili di club di auto storiche del Varesotto.

Come considerare storica un’automobile?
Secondo l’art.60 del Codice della Strada, si considerano storiche le auto che abbiano compiuto vent’anni e abbiano un documento di storicità. Il proprietario disbriga le pratiche per ottenere la certificazione di storicità, sottoponendo il veicolo all’esame dei Commissari tecnici di un Club ASI o di un registro storico di marca nazionale (Fiat, Lancia, Alfa). Nel Varesotto operano tre club ASI che certificano auto, moto, veicoli militari, civili, barche, aerei: Varese Auto Moto Storiche, Gallarate Auto Moto Storiche e, a Saronno, club Ariel. L’ASI rilascia il Certificato d’Identità (detto Targa Oro), il CRS (Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica), la Carta FIVA, la Carta ASI di Storicità per ciclomotori. Senza alcun documento di storicità, le auto di oltre venti/trent’anni si considerano “vecchie”, inevitabile il loro deprezzamento.

Alfa Romeo storicaQuali i criteri per procedere alla certificazione di storicità?
“Il primo criterio che seguono i nostri Commissari Tecnici di club – precisa Angelo De Giorgi, presidente del Club Asi Varese Auto Moto Storiche – è quello di stabilire l’autenticità e la conformità dei documenti del veicolo, del telaio, del motore, nel pieno rispetto dell’originalità del mezzo in ogni sua parte, dalla carrozzeria alle sellerie nell’abitacolo. Ogni elemento è visionato dal commissario e fotografato dal socio Asi per compilare il libretto di storicità: tutto deve essere come l’originale e in buono stato di conservazione. Non sono ammessi sedili rotti, carrozzerie graffiate, punti di ruggine nella carrozzeria”.

Quali vantaggi si hanno a certificare un’auto storica?
“I vantaggi a certificare un’auto di oltre vent’anni secondo i criteri di storicità sono molteplici – aggiunge Arturo Ferraro, presidente del Club Asi, Gallarate Auto Moto Storiche -. Innanzitutto è un gesto culturale di valorizzazione di un veicolo che è un “testimone del tempo e della mobilità”. Poi è un’operazione che permette di circolare regolarmente in deroga ai divieti locali, avvalendosi di forti sconti assicurativi e, in Lombardia e in poche altre regioni, del taglio al 100% della tassa di possesso. Il vantaggio più grande è l’aumento del valore del veicolo, se dotato di Targa Oro Asi o del CRS”.

Auto storicheCome procedere al restauro dell’auto?
“I club ASI – prosegue Angelo De Giorgi – dispongono di Commissari Tecnici preparati all’analisi delle auto. A titolo gratuito, ci capita di fornire consigli prima che il proprietario del veicolo proceda al restauro ed è il gesto migliore. Come una scultura, un dipinto, una villa d’epoca, anche un’auto storica porta i segni del tempo, tra abitacolo, carrozzeria, motore, ecc. Se il restauro conservativo è fatto con cura, nel rispetto dell’originalità, procedendo prima alla pulizia accurata poi ad interventi mirati, compiamo gesti nobili e corretti. A volte osserviamo verniciature avulse dall’originalità, frettolose sostituzioni di meccanica e carrozzeria: interventi che fanno perdere valore ai mezzi e ne impediscono la certificazione di storicità. Meglio vedere i segni del tempo, l’opacità di un veicolo conservato ed autentico. Ecco perché diciamo a tutti: prima di restaurare, chiamateci!”.

C’è un legame tra motorismo storico e promozione dell’ambiente?
“Il legame è stretto – precisano ai club Asi di Varese e Gallarate -. L’habitat naturale delle auto storiche non è un museo o un garage: quello serve per custodirle. Il luogo ideale è il territorio dei sette laghi, l’aria aperta e le piazze dei borghi, l’ambiente meraviglioso in cui viviamo, facendo conoscere a tutti la magia delle livree e della meccanica sotto il cofano, in un contesto di bellezza ambientale. Così si libera la passione e si valorizzano le dimore storiche che ci accolgono, come avviene da anni per la “Varese-Campo dei Fiori”. Nei prossimi giorni – conclude De Giorgi – incontreremo il presidente del FAI, Peter Georg Haag, per sviluppare progetti d’interesse comune”.

auto storicaQuali le tendenze del mercato tra le storiche?
“Nei mesi della pandemia il mercato ha, in parte, rallentato ma soprattutto ha cambiato aspetto, rafforzando appuntamenti riservati ed aste online – precisa uno dei massimi esperti qual è Cristiano Luzzago, 62enne bresciano, che a Castel Mella restaura e colleziona le oldtimer e a Torbole le youngtimer anni ’90 -. I segmenti di mercato più in voga restano quelli delle anteguerra anni ‘20/’30, le classiche ed oldtimer ben conservate e certificate Asi e registro storico Mille Miglia. Un mondo a parte è quello delle sportive youngtimer anni ’90/fine ’80: auto di pregio sono quei modelli ed edizioni speciali (auto italiane, inglesi, tedesche) con pochi km all’attivo, ma soprattutto poco diffuse e più ricercate. Altrimenti occorre acquistare con cautela. Giacché le insidie sono dietro l’angolo, il mercato delle storiche necessita del parere di tecnici, esperti, più dei restauratori che dei commercianti”.

Potrebbe interessarti anche

Automotive sul ponte della sostenibilità

Automotive sul ponte della sostenibilità

In breve siamo passati dalla diffidenza per auto e furgoni elettrici ad ingenti investimenti dell’industria per veicoli green: tra ibride mild e full plug-in ricaricabili il futuro è qui. La più grande sfida in atto nel mondo Automotive è per l’ambiente. Una sfida...

Automotive: le novità da giugno a dicembre 2021

Automotive: le novità da giugno a dicembre 2021

Grandi affari in concessionaria, per fidelizzare la clientela i dealer offrono auto ibride ed elettriche a costi ribassati: tagli, rateazioni e leasing favoriscono la clientela. Ecco una carrellata con tante novità, perlopiù elettriche e ibride, che troviamo oggi dai...

Ford Mustang Mach-E: l’elettrico mostruoso

Ford Mustang Mach-E: l’elettrico mostruoso

Guida, comfort e autonomia al top. La consegna del primo Mustang Mach-E è avvenuta a Varese alla presenza dei dirigenti di Ford Italia e del Gruppovis. E’ stata consegnata, anche in Italia, la prima Mustang Mach-E, il SUV elettrico con il cuore Mustang, nato dallo...

Citroen: elettrificazione per tutti

Citroen: elettrificazione per tutti

Aumenta il comfort e si riduce il costo d’esercizio per ibride e 100% elettriche. Democratizzazione. Sembra un parolone insulso nel settore Automotive. Invece no, basti osservare che cosa accade da oltre 101 anni in Citroën. La casa francese non ha mai smesso di...

Suzuki Swift: l’ibrida  che esprime mille anime

Suzuki Swift: l’ibrida che esprime mille anime

Consuma ed inquina poco l’agile giapponese. Giovanile, grintosa, 5 porte, abitacolo spazioso, cruscotto sportivo e ampio baule. Due motori mild hybrid, 1200 cc da 83 cv o 1370 da 130 cv. Piace al pubblico femminile e ai giovani Suzuki Swift Hybrid che si distingue nel...

Scania: un ponte di successo tra innovazione  e tradizione

Scania: un ponte di successo tra innovazione e tradizione

L’azienda svedese del gruppo Volkswagen fu tra le prime a proporre veicoli elettrici di trasporto a breve/medio raggio Sul fronte dell’elettrificazione del trasporto merci il biennio 2020/2021 è stato di fondamentale importanza per molte case costruttrici di veicoli...

Renault Captur capofila della mobilità sostenibile

Renault Captur capofila della mobilità sostenibile

Renault offre una gamma vincente tra ibride ed elettriche. Captur full-hybrid 160 cv. è capace di coprire 65 km in elettrico e 900 km globali. Che Renault abbia un’offerta elettrificata ed ibrida tra le più valide sul mercato internazionale non è una novità. Anzi, è...

Renault Arkana, l’ibrido Suv coupè da viaggio

Renault Arkana, l’ibrido Suv coupè da viaggio

Guida divertente tra comfort e molte dotazioni di sicurezza. E’ un modello innovativo adatto a gite da weekend e ai percorsi quotidiani in città. La lista dei Suv coupé di marca generalista è tutt’altro che lunga. E la nascita di Renault Arkana la fa diventare subito...

Land Rover Velar: tris di motori sull’inedita Range

Land Rover Velar: tris di motori sull’inedita Range

Si colloca tra Evoque e Sport, è dotata di propulsori a 4 o 6 cilindri: benzina, diesel ed elettrico ricaricabile. Nuova Range Rover Velar è ancora più desiderabile, tecnologica e sostenibile con l'opzione dell'ibrido Plug-in ricaricabile, avanzate dotazioni di...

Peugeot 208 e 2008: il futuro green è già qui

Peugeot 208 e 2008: il futuro green è già qui

Peugeot è la Casa che ha avviato più di tutte l’elettrificazione dei propri veicoli e vanta ben 11 modelli green. Peugeot è tra le marche internazionali che ha molto giovato - grazie alle sinergie del gruppo Stellantis a cui appartiene – dell’impulso verso la mobilità...

Automotive sul ponte della sostenibilità

Automotive sul ponte della sostenibilità

In breve siamo passati dalla diffidenza per auto e furgoni elettrici ad ingenti investimenti dell’industria per veicoli green: tra ibride mild e full plug-in ricaricabili il futuro è qui. La più grande sfida in atto nel mondo Automotive è per l’ambiente. Una sfida...

Automotive: le novità da giugno a dicembre 2021

Automotive: le novità da giugno a dicembre 2021

Grandi affari in concessionaria, per fidelizzare la clientela i dealer offrono auto ibride ed elettriche a costi ribassati: tagli, rateazioni e leasing favoriscono la clientela. Ecco una carrellata con tante novità, perlopiù elettriche e ibride, che troviamo oggi dai...

Ford Mustang Mach-E: l’elettrico mostruoso

Ford Mustang Mach-E: l’elettrico mostruoso

Guida, comfort e autonomia al top. La consegna del primo Mustang Mach-E è avvenuta a Varese alla presenza dei dirigenti di Ford Italia e del Gruppovis. E’ stata consegnata, anche in Italia, la prima Mustang Mach-E, il SUV elettrico con il cuore Mustang, nato dallo...

Citroen: elettrificazione per tutti

Citroen: elettrificazione per tutti

Aumenta il comfort e si riduce il costo d’esercizio per ibride e 100% elettriche. Democratizzazione. Sembra un parolone insulso nel settore Automotive. Invece no, basti osservare che cosa accade da oltre 101 anni in Citroën. La casa francese non ha mai smesso di...

Suzuki Swift: l’ibrida  che esprime mille anime

Suzuki Swift: l’ibrida che esprime mille anime

Consuma ed inquina poco l’agile giapponese. Giovanile, grintosa, 5 porte, abitacolo spazioso, cruscotto sportivo e ampio baule. Due motori mild hybrid, 1200 cc da 83 cv o 1370 da 130 cv. Piace al pubblico femminile e ai giovani Suzuki Swift Hybrid che si distingue nel...

Scania: un ponte di successo tra innovazione  e tradizione

Scania: un ponte di successo tra innovazione e tradizione

L’azienda svedese del gruppo Volkswagen fu tra le prime a proporre veicoli elettrici di trasporto a breve/medio raggio Sul fronte dell’elettrificazione del trasporto merci il biennio 2020/2021 è stato di fondamentale importanza per molte case costruttrici di veicoli...

Renault Captur capofila della mobilità sostenibile

Renault Captur capofila della mobilità sostenibile

Renault offre una gamma vincente tra ibride ed elettriche. Captur full-hybrid 160 cv. è capace di coprire 65 km in elettrico e 900 km globali. Che Renault abbia un’offerta elettrificata ed ibrida tra le più valide sul mercato internazionale non è una novità. Anzi, è...

Renault Arkana, l’ibrido Suv coupè da viaggio

Renault Arkana, l’ibrido Suv coupè da viaggio

Guida divertente tra comfort e molte dotazioni di sicurezza. E’ un modello innovativo adatto a gite da weekend e ai percorsi quotidiani in città. La lista dei Suv coupé di marca generalista è tutt’altro che lunga. E la nascita di Renault Arkana la fa diventare subito...

Land Rover Velar: tris di motori sull’inedita Range

Land Rover Velar: tris di motori sull’inedita Range

Si colloca tra Evoque e Sport, è dotata di propulsori a 4 o 6 cilindri: benzina, diesel ed elettrico ricaricabile. Nuova Range Rover Velar è ancora più desiderabile, tecnologica e sostenibile con l'opzione dell'ibrido Plug-in ricaricabile, avanzate dotazioni di...

Peugeot 208 e 2008: il futuro green è già qui

Peugeot 208 e 2008: il futuro green è già qui

Peugeot è la Casa che ha avviato più di tutte l’elettrificazione dei propri veicoli e vanta ben 11 modelli green. Peugeot è tra le marche internazionali che ha molto giovato - grazie alle sinergie del gruppo Stellantis a cui appartiene – dell’impulso verso la mobilità...

MG – 18: ritorna l’iconico brand inglese, due Suv green

MG – 18: ritorna l’iconico brand inglese, due Suv green

Strategia vincente: ZS è un elettrico da 265 km d’autonomia, EHS un ibrido ricaricabile Tornato dopo 15 anni sul mercato europeo, l’iconico brand inglese MG ha iniziato un capitolo di storia completamente nuovo. Lanciato nei Paesi del nord Europa a fine del 2019, il...

Mercedes EQA, stella d’ingresso nell’elettrico

Mercedes EQA, stella d’ingresso nell’elettrico

Con tre Sport e tre Premium è nato il Suv compatto da 486 km: scatta da 0 a 100 in 8”9 GLA  EQA 100% elettrica deriva da GLA ma vanta linea più filante per una maggior autonomia. Giunge nel mercato italiano nel momento migliore: EQA è la nuova porta di accesso...

Mercedes Classe A, linee filanti contenuti tecnologici

Mercedes Classe A, linee filanti contenuti tecnologici

Da 109 a 421 cv.: l’auto base della gamma Mercedes mantiene alto il valore dell’usato Presentata nel 2018, Classe A è tra le vetture di segmento C di maggior successo. Linee filanti, spaziosa, baule da 1200 litri, ben costruita e dotata di tecnologia al top, con due...